lunedì 16 febbraio 2009

Presenza

video

Vi è mai capitato?

No, non parlo di fantasmi o roba simile. Parlo, per esempio, di guardare una montagna, un albero, il cielo stellato e avvertire qualcosa di più di quello che solitamente potete trovare descritto su un libro, o immortalato in una foto.

Oppure di essere improvvisamente colpiti dal pensiero di una persona a voi vicina e subito dopo sentire il telefono che squilla: tirate su ed è lei.

Mi chiedo spesso se quella metà abbondante di cervello, che pare assodato non siamo soliti usare, serva a qualcosa. Persino le tonsille servono a qualcosa, benchè, per anni, tutti i pediatri, abbiano fatto a gara a chi riusciva a farne estirpare di più!

Dunque, questo mezzo cervello, a qualcosa dovrà pur servire...A cosa non si sa, o, meglio, la scienza ufficiale dà per scontato che non si sappia. E se servisse, in maniera rozza, primitiva, a "sentire" e "vedere" cose che ai nostri comuni sensi sfuggono?

Bah... intanto sentitevi 'sto pezzo, poi ne riparleremo. ;)

25 commenti:

Jean du Yacht ha detto...

Non mi è mai capitato Beyk, sarà perchè ho solo quella parte meno abbondante di mezzo cervello?

Ora che ci penso, a volte ragiono con le tonsille [il casino è che me le hanno tolte].

ok sento il pezzo, poi ne riparliamo.

JANAS ha detto...

beh...in qualità di Strefata, ho notato strane coincidenze che a volte mi hanno fatto pensare a fenomeni telepatici...in realtà credo non si tratti di telepatia, quanto piuttosto di affinare le nostre capacità intuitive, e di imparare anche a fidarci di esse!!
con l'intuito si riesce a vedere e a percepire cose che invece un atteggiamento troppo razionale spesso esclude a priori!

Del resto forse si potrebbe dire che molte scoperta scientifiche siano passate prima da un intuizione ...

spesso mi è capitato di sentire in certi luoghi un forte potere evocativo...e non sai bene nemmeno di cosa, lo percepisci è basta...come quando si entra in certe vecchie case che vedi per la prima volta, ma in cui senti una strana familiarità, nei profumi, negli oggetti e ne rimani affascinata e allora non dico che si avverta LA PRESENZA...ma inizi a viaggiare con la fantasia...e con la fantasia inizi ad animare quegli spazi e vedi le persone del passato mentre siedono, usano utensili, si muovono in un quotidiano che non ti è mai appartenuto..

il pezzo ...questo pezzo ha la stessa magia...è evocativo!

desaparecida ha detto...

E' la magia di piccole energie,sottili emozioni che schiacciamo con il nostro correre in avanti per fare...per fare....per fare....

Siamo troppo pieni e troppo vuoti..

Fermarsi ascoltare il nostro respiro insieme a quello della terra ci fa respirare con le tonsille anche se ce le hanno tolte da piccoli.

beyk happel ha detto...

Contavo sull'intervento della Strefata...;)
Son proprio le nostre capacità intuitive che giornalmente, di solito, bistrattiamo.
Ma credo siano queste che, se opportunamente ascoltate, ci possano in qualche maniera "salvare".
Son contento di essere riuscito a rendere, almeno un po', evocativo il pezzo.
L'intenzione c'era, è l'abilità di un vero tastierista che mi manca. ;)

Desa, è vero.
Siamo troppo pieni... di inutilità...e pertanto vuoti di ciò che davvero è importante.
Forse basterebbe riuscire a svuotarci, completamente, per riuscire a percepire gli altri respiri.
Tra parentesi, anch'io ne sono privo... di tonsille. ;)

beyk happel ha detto...

Aggiungo che l'aver messo nella colonna di destra la frase tratta dal diario di McCandless, non è stato casuale.
A proposito, consiglio, a chi non l'avesse ancora visto, di non perdersi Into the wild.

Melisenda L. ha detto...

bene, ovviamente io avrei da scrivere tantissimo sull'argomento, dato che sento le persone a distanza, sento i fantasmi [che poi non sono fantasmi, ma sono energia] e so anche chiamare le persone, indi sono pienamente d'accordo.

Ok, per la lettura si può fermare anche qui... continuo solo per il piacere della scrittura... ahahah

l'unica differenza forse è che a me hanno lasciato le tonsille, ma hanno tolto l'appendice... sarà per questo che quando spero, ma proprio mi impegno tanto nel voler evitare una persona, poi me la trovo sempre tra le palle? tipo quello a cui devo dei soldi o quello che mi porta sfiga?

Raffinando le nostre percezioni, si svela un mondo fantastico. Sono profondamente convinta che con l'altra metà del cervello si possano fare cose incredibili.

La sensazione di vedere un posto sconosciuto, ma magico perché ti incanta, perché ti imprigiona e tu ti perdi in esso come dentro te stessa fino a perdere completamente la capacità di capire [ragione] l'ho provata.
Di fronte a dei paesaggi [uno in particolare],
con degli odori: ho sentito odori [uno in particolare] penetrarmi talmente dentro da diventarne dipendente e ricercarlo ovunque
ed ho incontrato persone [non molte però] che ho conosciuto da sempre,
ho studiato storie che erano come fossero la mia.
Poi una volta, mentre ero a fare una passeggiata in un bosco, un amico mi porta a vedere i ruderi di una casa ed io inizio a sentirmi soffocare, poi scopro che proprio lì avevano soffocato uno, ok, così ho iniziato ad ascoltare le mie sensazioni, a segnarmele e poi a fare ricerche, così ho conosciuto le energie delle case.
cioè che uno può anche dire, ma questa è tutta scema, noi figli del positivismo, figuriamoci se crediamo a queste cazzate e bla bla, mentre la chiesa ha sfruttato e trasformato i sensitivi in santi o posseduti, all'occorrenza, e infine la psichiatria ha iniziato a stilare patologie...

Melisenda L. ha detto...

Oh, carino 'sto nuovo look-commenti, peccato che per capire come funzionasse c'ho messo un'ora!

JANAS ha detto...

uaW!!
come az si scrive uau? va beh!
mi piacciono questi discorsi...continuiamo!!

beyk happel ha detto...

Una Strefata che non sa come si scrive uau??
Si scrive WAW, da non confondere con VOV. ;)))

JANAS ha detto...

grazie Beik...e che ogni tanto perdo la bacchetta stilografica autocorrettiva!! semmai da non confondere con VAV.....;))))))))

JANAS ha detto...

forse più che strefata sono strestanca?
forse..sta botta delle votazioni...mi ancora più sconfuso.. :(((((((( e mi sono autosconnessa!!

Pietro ha detto...

rimuovo le cose che non riesco a spiegarmi con la ragione, ho già abbastanza dubbi nella vita "reale"

beyk happel ha detto...

Mel, dai, racconta, racconta, che siamo qui tutti orecchie, praticamente orecchioni...

Janas, Soru è troppo pulito.
Non per la Sardegna, per l'Italia intera.
Lui il vero risanamento e la vera rivoluzione morale ha iniziato a farli non appena ne ha avuto il potere.
Ma oggi, che la parola "morale" è già stata o sarà presto cancellata dai dizionari, che il clientelismo, che il giardinetto davanti a casa, che il privilegio promesso da chi sta subito sopra di te, sono diventati gli argomenti indiscutibili e primari di questa destra mafiosa e dell'attuale classe politica (quasi) in toto, non poteve finire diversamente.
Scusatemi... vado un attimo in bagno a vomitare...

Pietro, prova qualche volta a non rimuovere.
Tanto, dubbio più, dubbio meno...
(parlo per te, per me e per tutti)

Jean du Yacht ha detto...

Pietro anch'io ho molti dubbi nella vita "reale", a maggior ragione cerco di NON rimuovere certi fenomeni scientificamente inspiegabili.
anzi, se potessi, rimuoverei solo quelli spiegabili.

p.s.: Al non l'avevo mica capito che il pezzo è il tuo.

la bislacca ha detto...

A me son successe cose strane, Beyk: mi sono successe per anni. Penso che la maggior parte del mio cervello dorma.

ps. Volevo ringraziarti per il commento che hai lasciato da me, oggi. Lo faccio qui perchè lì non ho risposto.
Notte, Beyk.

lindöz ha detto...

Non ci avevo mica pensato. Ma sicuramente gli scienziati dicono che non serve a un ca22o solo perchè non sanno dare altre spiegazioni. Sicuramente c'è chi ce l'ha più affinato, tipo le veggenti (quelle vere però!!!) e tizi simili.

beyk happel ha detto...

Jean, il pezzo è mio, ma considera che la tastiera non è il mio strumento e che a pestare sui tasti a vanvAra... ;)
Sono solo un'armonia e una mezza melodia che mi sono piombate tra capo e collo all'improvviso alle due di notte ed ho buttato giù dalle 2 alle 3.

Prego, Bis.
Perchè non racconti qualcosa anche tu?
Così... tanto per sentirci pazzi in buona compagnia... ;)

Benvenuta Lindoz!
Da sperleccarsi (letteralmente) i baffi, il tuo blog!
Salutami il Digi. ;)

JANAS ha detto...

Beik..tra le due e le tre di notte, è solito aggirarsi per le case il folletto Duende...sicuramente è stata la sua PRESENZA che ti ha ispirato!! :))

* Il Duende è un vento, una folletto, una forza, che sta dietro le azioni, i comportamenti e le funzioni cretive...

...Per trovare il duende non servono schemi né esercizi. Si sa solo che brucia il sangue
come un liquido di vetro, che consuma, che scaccia tutta la dolce geometria appresa, che
rompe gli schemi… L’arrivo del duende implica sempre un radicale cambiamento di
tutte le forme basate su vecchi schemi, dà sensazioni di freschezza assolutamente
inedita, come una varietà di rosa appena creata, come un miracolo...(estratto da www.chiaradeluca.com/Scatena_su_Duende.pdf)

beyk happel ha detto...

Allora bisogna che gli faccia un discorsetto, a 'sto Duende... ;)))

la bislacca ha detto...

Devo?
Ok: da ragazzina ho visto oggetti spostarsi da soli. Poi mi sentivo soffiare sul viso (e non c'erano correnti o spifferi).
Mi rendo conto che, a dire certe cose, si finisca per fare la figura dei folli, ma giuro che è vero. Poi "ho voluto" prendere le distanze da tutto ciò, e ho studiato da razionale.
:-)

la bislacca ha detto...

Che mi soffiasse in faccia il Duende???

beyk happel ha detto...

Bis, secondo me, nel momento stesso in cui hai iniziato a prendere le distanze e a studiare da razionale, lì, proprio lì, hai cominciato a darti martellate sui tuoi simbolici ammennicoli! ;)
Per il Duende, consultati con Fata Janas, che lei col tipo in questione c'ha il corridoio preferenziale...;)

@enio ha detto...

bella prospettiva, peccato che gli umani oggi usano di rado quella poca materia, mi sembra grigia, che è stata messa a disposizione!

p.s c'è qualche problemino ad entrare nel post, cliccando: mancono le tre w che ho dovuto aggiungere a mano.
@enio

la bislacca ha detto...

Dici?
C'è un mio amico che vorrebbe "risvegliare" quella parte di me addormentata. Ci siamo incontrati un paio di mesi fa, ma ho avuto paura, e non l'ho più richiamato.
Forse dovrei.

beyk happel ha detto...

Benvenuto Enio.
Strano! Io entro normalmente senza le 3 W e aggiungendole non cambia nulla.

Bis, non so se hai mai letto Castaneda.
Nei suoi libri-biografia parla sovente delle nozioni base dettategli dal suo maestro spirituale, Don Juan.
Consistevano nella consapevolezza dell'esistenza del Tonal e del Nagual.
Prova a dare un'occhiata, magari ti ci riconosci. ;)

Posta un commento