mercoledì 1 aprile 2009

Incontri


Avevo un cane un tempo, o per meglio dire, viveva nella nostra famiglia un boxer maschio di nome Flam. In realtà il nome corretto era Flamenco del David, ma sarebbe stato assai poco pratico richiamarlo in tale maniera ogni volta si fosse allontanato, e lui poi non era tipo da formalizzarsi.

Trentasette chili e passa, d'aspetto tanto feroce quanto era buono, irruente, dolce e testardo insieme. Ciononostante aveva una buona dose di aggressività nei confronti degli altri cani maschi ed anche verso qualsiasi tipo di animale grande o piccolo che fosse.



Era metà pomeriggio e stavamo gironzolando (io ed il quadrupede) sulle poche terre pianeggianti alle spalle del paese quando scorgemmo una capra solitaria legata ad un vecchio ciliegio con una lunga fune. Da buon predatore Flam rizzò orecchie e pelo sulla schiena e cominciò ad avvicinarsi guardingo.
La capra non mostrò alcun timore e continuò a brucare l'erba con noncuranza fintanto che non l'ebbe a qualche metro. A quel punto l'erbivoro sollevò il capo, si alzò sulle zampe posteriori e caricò a testa bassa e senza indugi il potenziale aggressore. Vidi negli occhi di Flam un lampo di stupore e sconcerto e, un attimo dopo, di paura. Scartò di lato aiutato dai suoi potenti posteriori e se la diede a gambe levate. Ma non andò lontano. Evidentemente l’istinto del predatore e l'orgoglio ebbero il sopravvento, per cui si fermò dopo pochi metri, si girò di scatto ed attaccò a sua volta galoppando ventre a terra. Fu il turno della capra fare velocemente dietrofront, per fermarsi poco dopo, voltarsi ed attaccare nuovamente.

Senza mai arrivare al reale scontro fisico continuarono a portare avanti il giochetto quasi senza interruzione, ma la corsa di ambedue gli animali, oltre ad allungarsi ogni volta un po' di più, perse via via l’iniziale drammaticità dell'evento violento, per prendere sempre più i connotati della scorribanda complice. Dalla schiena di Flam scomparve la macchia scura del pelo sollevato e lui cominciò ad assumere ad ogni cambio di direzione la comune e giocosa postura della sua razza, distendendo le zampe anteriori a terra e sollevando contemporaneamente il posteriore, per poi scattare in fuga o all'inseguimento a seconda del caso. La capra da par suo iniziò a compiere balzi incredibili per aria sfidando la legge di gravità e smise di abbassare la testa per incornare quello che era diventato il suo compagno di giochi.

Ogni tanto interrompevano le scorribande per riprendere fiato e ne approfittavano per annusarsi da vicino, per consolidare l'amicizia.
Lo spettacolo era affascinante e sarei stato ad osservarli per giorni, ma sentii il richiamo delle mie donne che mi avvisavano che la cena era in tavola. Così richiamai a mia volta Flam (ripetutamente perché non dava segno di ascoltarmi) e ci avviammo verso casa mentre la capra ci seguì quanto glielo permise la corda cui era legata.

A quel punto la prigioniera cominciò a belare. Un belato di scoramento, di dolore, di abbandono. Flam si bloccò voltandosi ed accennando qualche passo in senso contrario. E quella continuò a chiamarlo. Lui mi guardò negli occhi domandandomi silenziosamente se non era il caso di tornare da lei.
Io non rallentai il mio passo e lui continuò a seguirmi; ciononostante ad ogni richiamo della sua compagna non riusciva ad esimersi dal fermarsi un attimo e voltarsi indietro.
Rientrammo irremovibilmente a casa, i brontolii del mio ventre avevano reso l'atto inderogabile.
Ma la cena fu accompagnata dagli struggenti belati che senza interruzione entravano dalle finestre socchiuse.
Smisero solamente quando fece buio.



Il paragone è azzardato, ma questa sequenza fotografica mostra come sia davvero possibile che due animali di razza diversa riescano a comunicare e persino a giocare assieme.

Che sia perchè loro non si fanno problemi di colore della pelle, lingua o religione?



27 commenti:

GFD ha detto...

Mi fa pensare ad un video che mi mandò qualche mese fa un'amica che mi manca tantissimo,che non vedo tanto quanto vorrei perchè vive dall'altra parte del mondo, video che mi ha fatto piangere un bel pò e con i singhiozzi.Ho trovato la versione italiana e sicuramente lo conoscerete tutti (credo sia passato anche in tv al TG),ma è sempre confortante rivederlo,parla di amicizia :
http://www.youtube.com/watch?v=lpVmjn5RcTo

Grazie Beyk!

ANDREA ORCIARI ha detto...

belin Al,
con questo racconto e queste foto hai davvero fatto centro nel segno.
vedendo la foto di Flam, così "old style" mi viene in mente il pezzo di De Gregori "la casa di Hilde" ...si associa benissimo!!!
cia cia
A.

desa ha detto...

cioè tipo che vengo qua e trovo tutto cambiato e mi commuovo pure!
Mannaggia è che sono troppo sensibile e tu con sta storia del cane e della pecora mi hai lasciato delle immagini dentro....

vasuneddi

beyk happel ha detto...

Gfd, visto!
Decisamente ... grazie a te!

Andrea, direi che ci sta a meraviglia. :)

Desina!!!
Non commuoverti, dai...
A quei tempi non c'erano le digitali, mannaggia... altrimenti le immagini te le avrei lasciate anche fuori!

JANAS ha detto...

comunque se dovesse servire per avvalorare ulteriormente la tesi, il mio cane era diventato amico nonchè guardia del corpo della nostra tartaruga...guai a chi provava anche solo per scherzo, a fare il gesto di schiacciarla, inoltre era specializzato nel ritrovarla quando la perdevamo nel giardino!

Gfd...il tuo video ha commosso anche me..

JANAS ha detto...

comunque..Beik...! avresti potuto farli giocare un altro po!!!...SEI SENZA CUORE!
..la povera capra che bela per nostalgia..è veramente tenera e straziante!

beyk happel ha detto...

Senza cuore, Janas???
Senza cibo nello stomaco, vorrai dire! ;)))

jeanduyacht ha detto...

mi hai ricordato quando Flam si incazzava perchè non riusciva a mordere il getto d'acqua che usciva dal tubo di gomma, ho nitida quell'immagine davanti a me, quanti secoli sono passati?

Pietro ha detto...

chissà se avevano capito che un unico destino accomuna tutti...

beyk happel ha detto...

Jean, saranno passati... mah... 2 o 3 anni al massimo!

Pietro, loro (gli animali) istintivamente forse si.
Noi (gli esseri superiori) temo di no.

la bislacca ha detto...

Sempre detto, io, che gli animali sono meglio di noi. Di molti di noi.
Bello il nuovo template: è più arioso.
:)

beyk happel ha detto...

Quantomeno non conoscono la menzogna, Bis.
Che abbiano paura, odino o amino, lo fanno sempre in maniera trasparente e mai per fini reconditi.
E' primavera, bisogna arieggiare le stanze. ;)

jeanduyacht ha detto...

occhio con che cosa arieggi Al:)

desaparecida ha detto...

au!
crisi da vasuneddi a chi?

pticiù!
pticiù!
pticiù!

chisti su tri vasuneddi pi tia!
Tannu pe' cuminzari! ;)

jeanduyacht ha detto...

e pi mia?

la bislacca ha detto...

Desa, mi hai fatto venire in mente una frase de "Il Padrino".:-)
Anch'io voglio arieggiare il mio blog, ma mi conosco troppo bene: c'è il rischio che mi ritrovi su un'altra piattaforma.:-)

DESA ha detto...

X JDY=pi tia?
Beddu mio,pi tia ma sarvu sempri qualchi cosa! ;)
5+5

X LABISLACCA=hahahahaha
mia cara dopo un così malto riferimento mi sentirò "priata" tutta la sera.

X bei capelli... :)

beyk happel ha detto...

Desa, "tanto per cominciare"???
Non si lasciano i lavori a metà!
Continua pure. ;)

Bis, senza arrivare a usufruire delle nuove nano-leggi, una rinfrescatina ogni tanto dà una certa sensazione di freschezza. ;)

Anonimo ha detto...

nun lassu i cosi a mità:

pticiù!
pticiù!
pticiù!

Buonanotte ;)

DESA

Anonimo ha detto...

...pensavo che infondo non siamo così diversi dagli altri animali...c'è chi una capra la sceglie come compagna di giochi...
c'è chi prima la sceglie come compagna di giochi e poi le da una poltrona al governo
con la scusa delle pari opportunità...

la bislacca ha detto...

Tanti auguri sinceri, Beyk.
E un abbraccio.

beyk happel ha detto...

Desanonima, così si fa! ;)))

Anonimo, forse ti sbagli, sai... quella non è una capra, è una troia. (nel senso della femmina del maiale)

Altrettanti a te, Bis.:)

la bislacca ha detto...

Ma vedo che ci siamo incagliati sul cane, eh?
Dasvidania. ;-)

desaparecida ha detto...

io la parte del mio 25% la faccio....
ma tu però...insomma chiama l'ispirazione e nn se ne parli più!

GFD ha detto...

Ok il cane è ancora qui,ma dove sono finiti
Tom & Jerry?
:P

la bislacca ha detto...

Se mi inginocchio ai tuoi piedi lo togli 'sto cane, Beyk?
Belìn, che fissazione...
:p

jeanduyacht ha detto...

Bis se ti inginocchi ai miei lo tolgo io il cane.

Beyk, cazzo è lo scherzo del I aprile?

Posta un commento